fbpx

Retro pack: informare, comunicare, gratificare

Il packaging è uno strumento fondamentale nel processo di acquisto oltre che per il dialogo diretto tra produttore e consumatore.

Creatività, innovazione, immediatezza, praticità e chiarezza di comunicazione sono i valori che oggi definiscono al meglio una confezione originale e riconoscibile.
Per assolvere a questa funzione di tipo attrattivo, il packaging sfrutta simboli, colori, forme ed etichette.
Da sempre, le strategie di marketing hanno soprattutto puntato sul
front-pack, ovvero l’elemento più impattante per indurre il consumatore all’acquisto.
Negli ultimi anni
il retro pack ha acquisito sempre più importanza sia per il progressivo cambiamento nei comportamenti di consumo sia per diverse
esigenze di comunicazione.
Questa parte della confezione deve infatti svolgere tre importanti funzioni:
informare, comunicare e gratificare.  

INFORMARE

Come è noto, oggi il consumatore, soprattutto nel settore alimentare, è sempre più critico e scrupoloso nei confronti di ciò che acquista.
È costantemente alla ricerca di informazioni sul prodotto e sul produttore, per essere rassicurato in merito agli aspetti relativi alla salute e all’ambiente.
Vuole conoscere gli ingredienti (il problema delle intolleranze è sempre più rilevante), la loro provenienza, è interessato alle certificazioni, è incuriosito dalla filiera. Leggere etichette, tabelle e valori nutrizionali, utilizzare QR Code o altre soluzioni alternative, è diventato quindi una priorità per l’acquirente di ogni età e classe sociale.

Le informazioni dovranno essere descritte in modo semplice ed immediato nel rispetto delle norme di legge legate alla trasparenza e alla tracciabilità.

L’infografica assume un ruolo fondamentale. Questo strumento, che trasforma le tabelle in immagini e segni iconografici, permette di sviluppare un linguaggio diretto ed efficace, capace di essere compreso con facilità dal consumatore, preservando il mood della comunicazione e l’identità di marca.

COMUNICARE

La comunicazione promozionale ha ormai assunto un peso specifico molto importante nell’ambito del marketing aziendale.
Tra i mezzi che vengono utilizzati per veicolarla uno dei più importanti è rappresentato proprio dal pack e, nello specifico, dal retro pack.
Perché giocoforza il front potrà (e dovrà) al limite riportare un richiamo alla promo attraverso un box o un inserto grafico ma dovrà dedicare la maggior parte dello spazio al
visual del prodotto. E’ sul retro che il consumatore dovrà ritrovare il richiamo principale della meccanica promozionale con la sua spiegazione e le modalità di adesione o utilizzo, riconoscendo contestualmente gli elementi della comunicazione veicolata dagli altri mezzi (TV, radio, press, digital, web, materiali POP).

Il consumatore dovrà trovare opportunità, conferme e certezze, rimanendo conquistato dall’occasione da non perdere.

E’ quindi fondamentale che l’ingombro dedicato alla promozione sia evidente ed immediato, inserendosi però armonicamente nel contesto del visual senza stravolgerlo o banalizzarlo, tenendo sempre presenti le primarie esigenze informative di cui si è già accennato.

GRATIFICARE

La confezione deve essere concepita come parte integrante del prodotto, come suo elemento distintivo non solo in termini di riconoscibilità, praticità d’uso e differenziazione ma anche per la gratificazione che dovrà conferire al processo di acquisto. A seconda delle referenze il pack potrà essere creativo, glamour, accattivante, divertente, elegante, essenziale, prezioso: l’aspetto importante è che contribuisca a rafforzare la scelta del consumatore, valorizzandola.

Il retro pack svolge questo compito attraverso il richiamo allo storytelling del prodotto o della marca mediante elementi testuali o figurativi, fungendo oltremodo da legante con la comunicazione del brand attraverso i canali digitali o tradizionali. L’ottimizzazione degli spazi è fondamentale perché è ovviamente un’operazione complessa cercare di raggiungere questo obiettivo contestualmente agli altri due, a maggior ragione laddove esistono norme di legge che impongono contenuti obbligatori. Anche con poco spazio bisogna però provarci, sono spesso questi dettagli a fare quella differenza che può rivelarsi decisiva.

In Swing, ci dedichiamo all’arte del packaging da quasi 20 anni: vino, giocattoli, casalinghi, farmaceutici, biscotti, petfood, integratori, vernici, moda.
Ne abbiamo ideati di ogni forma e colore, per target completamente eterogenei.

Se volete metterci alla prova con il vostro packaging, contattateci. Senza alcun impegno, anche solo per conoscerci. Per noi sarà comunque un piacere.

Siamo disponibili via telefono, chat (qui in basso a sinistra) o mail.

 

 

 

Menu